5000 miglia negli Stati Uniti

Questa è la storia di come io e mio fratello abbiamo guidato per 5000 miglia negli Stati Uniti occidentali negli anni ’80, grazie alla testimonianza di OldBeigeGuy.

GIORNO UNO

Ho celebrato l’anniversario dell’irruzione di Watergate guidando 850 miglia da Seattle alla Bay Area nella mia scintillante berlina europea d’argento, sicuro con la consapevolezza che il mio meccanico aveva appena ispezionato l’auto per eventuali problemi che potrebbero sorgere durante un “lungo viaggio nella stagione calda attraverso le montagne ”. Fortificato dal miglior McDonald’s di Albany OR, ho guidato per il nord dell’Oregon senza intoppi, suonando i primi tra gli oltre 100 nastri a cassetta.

I Siskiyous del sud dell’Oregon sono alcune delle mie montagne preferite, con pendenze gradevoli, facili e poco trafficate, perfette per praticare le tecniche di guida del Grand Prix. 350 miglia in questo viaggio, tuttavia, l’indicatore di calore era in rosso mentre salivo la prima pendenza. Ho controllato il liquido di raffreddamento e l’olio in una stazione di servizio in fondo alla collina successiva, e tutto sembrava a posto, ma l’ago ha continuato a salire. Per rinfrescare le cose, ho costeggiato ogni collina e ho fatto un pisolino ad Ashland, OR. Sognavo dolci pensieri del mio meccanico. Ho attraversato le pianure della California settentrionale e sono arrivato a casa di mio fratello dopo mezzanotte.

SECONDO GIORNO

C’è qualcosa di peggio dei discorsi di inizio? Non sono poi così male quando l’oratore è Garry Trudeau, ex primo ministro del Canada e autore di Doonesbury.

GIORNO TRE

Mi avvicinai per vedere se potevo giocare in un importante campo da golf locale, solo per trovare Jaguars e Mercedes che trasportavano VIP in un torneo di golf di beneficenza. Non ho riconosciuto nessuno. Nel frattempo, ho preso un appuntamento per far riparare la berlina europea d’argento scintillante giovedì (oggi è lunedì), il che è stato perfetto dal momento che avevamo programmato di partire per le spiagge del sud della California venerdì. Sono stato giustamente orgoglioso di adottare misure correttive rapide per garantire un viaggio sicuro e senza problemi. Abbiamo celebrato la mia bellezza cavalcando ogni giro spaventoso che potremmo trovare in Great America.

GIORNO QUATTRO

Ho provato di nuovo il campo da golf e mi sono agganciato come un singolo con tre signori la cui età combinata era 236. Uno di loro era Philip Habib, un diplomatico americano forse più noto per il suo lavoro in Medio Oriente e mediatore del Camp David Peace del 1978 Accordo. Tutti e tre mi hanno preso a calci nel sedere.

GIORNO SEI

Nessuna parola tutto il giorno su ciò che affligge la berlina europea d’argento scintillante. Alla fine, dopo cena, il meccanico Ted disse che avrebbe dovuto mandare il radiatore a lavorare la mattina, quindi non saremo in grado di partire almeno fino a mezzogiorno.

GIORNO SETTE

Potresti notare che il viaggio non è ancora iniziato. Ted ci ha detto a 1 che il radiatore era danneggiato irreparabilmente e non poteva ottenere un radiatore ricondizionato fino a lunedì. MA ne aveva uno nuovo in magazzino. Ha lavorato fino alle 22:30 finendo il lavoro. Non ci ha fatto pagare, ma gli ho dato $ 453.

Con la certezza assoluta che l’auto era al sicuro, tornai a casa di mio fratello, con lui che lo seguiva. Mi ha quasi colpito uscendo dall’autostrada; le mie luci dei freni erano spente. Ci mancheranno le spiagge, ma domani partiamo!

GIORNO NOVE

Dopo aver trascorso una giornata a Loma Linda con gli amici, abbiamo raggiunto il deserto sulla strada per Las Vegas! Arrivati ​​alle nostre sistemazioni di prima classe al Vegas World di Bob Stupak alle 5:30, abbiamo scoperto che non c’erano chiavi per la nostra camera. Quindi andammo nel Sahara per cena e girammo per il casinò. La mia prima moneta ha vinto $ 10.

GIORNO DIECI

Un falso allarme antincendio ci ha fatto alzare dal letto presto. Gli ascensori erano rotti; scendemmo dal quindicesimo piano. Abbiamo trovato un tavolo da 21 e non ci siamo mossi per 4 ore.

GIORNO UNDICI

Dopo aver mangiato e preso delle tazze gratuite alle Sabbie, ci siamo preparati a lasciare questa tana dell’iniquità. Ho messo un altro quarto in una slot machine, ottenendone quaranta. Siamo usciti dalla città mentre l’ottenimento era buono.

Arrivammo al Zion Canyon Campground a Springdale UT e montammo la tenda. Dopo la pizza e la lettura in riva al fiume, abbiamo dormito sotto le stelle.

Image by nps.gov

GIORNO 11 – 12

I venti ci hanno tenuto sveglio un po ‘di notte, ma ci siamo svegliati rinfrescati e pronti per iniziare il processo di descruzificazione di Anti-Vegas. Per prima cosa abbiamo percorso il sentiero delle piscine di smeraldo nel Parco nazionale di Zion, circondato da persone di lingua tedesca. Avrei voluto non aver abbandonato il tedesco in terza media.

Dopo aver guidato attraverso Sion, abbiamo fatto una breve sosta nel vicino Parco nazionale del Bryce Canyon. I panorami del canyon di roccia rossa erano fantastici e abbiamo fatto una breve camminata nel canyon da uno dei punti di vista.

Dopo il nostro pranzo standard al Peanut Butter e al Jelly Sandwich, ci siamo diretti verso Green River, UT, per un’altra notte in campeggio. L’intero viaggio attraverso i canyon e gli altipiani è stato molto interessante. Molto più interessante di quanto mi aspettassi per lo Utah centrale.

A Green River siamo andati a nuotare e fare immersioni e abbiamo colpito il sacco, rinfrescandoci. La luccicante berlina europea d’argento gestisce bene il caldo. Ma ora il controllo della velocità di crociera non funziona sulle colline e domani dovremmo attraversare le Montagne Rocciose.

GIORNO 13

Sorgendo luminoso e in anticipo, ci dirigiamo verso Boulder CO. Mentre ci avvicinavamo a Grand Junction, notai che il pedale della frizione nella mia luccicante berlina europea d’argento si stava agitando. Non sono un esperto, ma questo non sembrava del tutto giusto. Cambiando con molta difficoltà, arrivammo al Grand Junction AAA e chiamammo l’unico meccanico europeo di berlina in città. Era in vacanza. Rendendosi conto che il fine settimana del 4 luglio è iniziato il pomeriggio successivo, abbiamo chiamato Boulder per vedere se qualcuno potesse prendere la macchina. Fortunatamente, il loro meccanico è stato felice di aiutare i viaggiatori in difficoltà. Abbiamo attraversato con cautela le Montagne Rocciose a 11.000 piedi e abbiamo preso la strada panoramica verso Boulder per scendere dall’auto.

GIORNO 14

Siamo andati al Parco Nazionale delle Montagne Rocciose e abbiamo fatto una passeggiata a 12.000 piedi, lasciandoci senza fiato dalla vista e dal nulla. Ho guidato il Trans Am rosso fuoco del mio amico giù per la montagna e mi sono sentito una persona migliore per questo.

La nuova frizione e le riparazioni minori assortite mi hanno lasciato $ 553 più poveri ma pronti a continuare a colpire i parchi nazionali.

GIORNO 15 -16

La frizione funziona! Andammo al Grand Tetons, arrivando giusto in tempo per uno spettacolare tramonto. Gli frisbee funzionano benissimo a 6000 piedi e ci siamo accampati al KOA Kampground di Snake River a Moran WY.

GIORNO 17

Abbiamo fatto un’escursione sul sentiero del lago Jenny nel mezzo del Grand Teton National. Non riesco a immaginare un posto più bello. Camminammo fino a Hidden Falls e Inspiration Point, dove diversi marmocchi e una marmotta dal ventre giallo si unirono a noi per pranzo. Successivamente siamo andati in cima alla Signal Mountain per una vista panoramica di Tetons e Jackson Hole.

47 studenti delle scuole medie di New York erano arrivati ​​con l’autobus al campeggio mentre eravamo via, e tre motociclisti di Texarkana si sono trasferiti nella tenda successiva. Abbiamo imparato tutto sulle ultime tendenze della moda per adolescenti e abbiamo scoperto che si alzano (ad alta voce) a Texarkana.

GIORNO 18 (Giorno dell’Indipendenza)

Siamo andati a Jackson Hole per un viaggio in zattera sul fiume Snake. Insieme a una guida che lavora il fiume in estate e le piste in inverno, oltre a due attrici di New York, un ingegnere aerospaziale britannico e sua moglie da Bristol, un pilota charter di Modesto, un avvocato FDIC di Washington e un medico di Portland (OR e ME), siamo andati alla deriva lungo il fiume per le prime otto miglia. Abbiamo visto l’aquila occasionale, il falco pescatore o l’oca canadese e abbiamo pranzato con bistecche e trote lungo il fiume. Le successive otto miglia furono rapide di Classe II e III e furono esaltanti.

Dopo il viaggio in zattera, guidammo verso nord fino a Yellowstone, mancando solo un’eruzione dell’Old Faithful e rimanendo sorpresi dalla devastazione degli incendi recenti. Abbiamo raggiunto il nostro campeggio remoto sul lago Hebgen, vicino a West Yellowstone alle 9, e siamo rimasti molto soddisfatti della bellezza e della quiete del lago, in particolare il 4 luglio. Abbiamo parlato per un po ‘con una ragazza di Redmond, WA, che aveva appena lasciato Microsoft ed era fuori nel deserto trovandosi. Penso che stia ancora guardando.

GIORNO 19

Abbiamo fatto un giro di 8 ore attorno al grande giro di Yellowstone, fermandoci a Old Faithful (che ci ha preso in giro per venti minuti prima di scoppiare), La Hardy Rapids, Midway Geyser Basin, Yellowstone Lake, Upper and Lower Falls, Artist Point, Grand Canyon of Yellowstone e Tower Falls, tra gli altri posti. Artist Point e Yellowstone Lake erano particolarmente impressionanti.

Al Lago Hebgen abbiamo noleggiato un fuoribordo di 6 cavalli per una piacevole crociera. Ho incontrato una famiglia di Liberty Lake, WA, che aveva un laboratorio nero di 11 settimane di nome Gracie. Gracie decise che ero un buon grattacapo e un estrattore di calze e veniva spesso a trovarmi.

GIORNI 20-22

Siamo stati con gli amici a Provo, intervallando a golf e un viaggio nel parco acquatico con una festa di pallavolo con barbecue, alla quale hanno partecipato 25 mormoni eccezionalmente carini. Se i parchi nazionali non ci avessero completamente ripuliti dalla puzza di Las Vegas, Provo lo fece sicuramente.

GIORNO 23

Ispirati dai nastri di Tony Robbins per creare il nostro destino, abbiamo deciso di guidare fino a Seattle, 950 miglia. Aiutati dall’euforia della velocità e giocando interminabili venti domande (49 domande per la Batmobile, 56 domande per la miccia della luce freno), ce l’abbiamo fatta in 14 ore.

Il bilancio finale: 10 stati, 5 parchi nazionali, 5.055 miglia e un viaggio fantastico, no grazie all’auto che ho venduto immediatamente al ritorno.

Comunque, questa è la mia storia di Saab.

 

E voi, dove andrete?

Scopri voli, hotel e noleggio auto su Momondo.it

#ad #admomondo

Assicurazione annuale annuale multiviaggio destinazione mondo intero da 126€